Burkina Faso: Inondazione a Ouagadougou

26 aprile 2010 alle 08:31 | Pubblicato su Uncategorized | Lascia un commento

Reach Italia sostiene i suoi bambini colpiti

Lo scorso settembre non è iniziato sotto i migliori auspici per le popolazioni delle regioni sud-occidentali dell’Africa. Un fenomeno inusuale in una parte del continente quasi arido dove le inondazioni, sempre che arrivino, non suscitano solitamente problemi ma solo stupore. A Ouagadougou la catastrofe del primo settembre 2009 ha causato danni incommensurabili e la gestione delle conseguenze di questo avvenimento ha richiesto uno sforzo titanico da parte dei dirigenti del Paese. A fianco del governo locale, le ONG e le varie associazioni hanno cercato di fornire il loro contributo. Nonostante le risorse e i mezzi a disposizione fossero limitati, anche Reach Italia si è comunque interessata alla sorte dei bambini che tutela, in qualità di padrini, con un gesto modesto ma di elevato valore morale.

A causa di queste forti inondazioni, la città di Ouagadougou si è ritrovata in una condizione generale complicata e disastrata. Numerose case, già di per sè non molto resistenti, sono crollate, lasciando ben 150 mila sfollati, ossia 1/10 della popolazione della capitale. Gli effetti si sono risentiti non solamente verso le abitazioni: acqua e fango hanno invaso negozi, ristoranti, botteghe e capannoni che consentivano ai commercianti e agli altri professionisti della città di svolgere le loro attività, causando danni materiali e economici enormi. Molte famiglie non hanno potuto far altro che assistere impotenti all’impeto della melma e alla perdita di interi patrimoni. Il calcolo delle perdite umane, stimate sulle otto persone, non ha però permesso di fornire un bilancio approssimativo della calamità.

La vastità della disgrazia è apparsa subito grave e la necessità di prendere delle misure imminenti per venire in soccorso delle persone colpite profondamente si è palesata in breve tempo. Una catena di solidarietà nazionale e internazionale si è formata a favore delle popolazioni colpite sotto forma di aiuto finanziario, materiale e morale. Questo slancio di solidarietà ha condotto il coordinatore di Reach Italia a predisporre una visita nelle tre scuole della città dove si trovano i bambini sostenuti.

Questa uscita gli ha permesso di conoscere e prendere purtroppo atto della situazione disastrosa delle persone dell’area flagellata. Sono cinque i bambini in totale patrocinati da Reach Italia che sono stati toccati dall’inondazione. Già sottoposti ad un regime di vita precario, i suddetti ragazzi hanno visto ulteriormente peggiorare la loro situazione. Di fronte all’immensità della disperazione Reach Italia, malgrado la mancanza di mezzi specifici adatti a questo frangente, ha preso il volo in soccorso dei bambini da loro tutelati, portandogli indumenti e coperte. A sottolineare come l’intervento non si limiti alla sfera scolastica, ma riguardi l’intero contesto nel quale sono inseriti.

Al di là dei danni, questo gesto rispecchia la solidarietà e l’impegno che erano stati promessi, ha affermato il responsabile dei lavori. Per quanto concerne i beneficiari, bisogna dire che hanno molto apprezzato il sostegno ricevuto da Reach Italia e dai suoi partners, tenendo in considerazione anche i fondi a disposizione.

O. Badolò, responsabile Reach Burkina

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: