Haiti, spariti 9 milioni di euro: adesso basta!

21 dicembre 2011 alle 09:03 | Pubblicato su Uncategorized | Lascia un commento

Esteri

Foto Haiti, spariti 9 milioni di euro: adesso basta!

Cresce la cifra della discordia della campagna “Sms per Haiti”

Haiti, spariti 9 milioni di euro: adesso basta!

Il no-profit non puo’ ragionare con gli standard della finanza

Ci risiamo, la campagna “Sms per Haiti” sembra diventare un grande boomerang per le Onlus promotrici e soprattutto un mix d’interessi non coniugabili con la solidarietà che dovrebbe essere la fonte ispiratrice di una campagna non profit. Qualche settimana fa avevamo commentato lo scandalo dei due milioni di euro spariti (ecco il link dell’articolo: http: //www.voceditalia.it/articolo.asp?id=72929) sui 14,7 raccolti da Agire, un network privato di alcune delle più note Ong italiane. Una parte delle donazioni, 11,5 milioni, viene erogata nel corso del 2010 per interventi nel settore educativo, nella sanità e nelle macchine agricole.

La gestione deI soldi restanti (2 milioni e 180 mila euro, sottraendo le spese) è rimandata al 2011 e nel frattempo si decide di farli fruttare con un investimento temporaneo. Il Consiglio Direttivo, di cui fa parte anche una manager della corporate social di Vodafone Italia, partner strategico di Agire, avrebbe deciso di affidare i fondi ad una società d’intermediazione finanziaria (2 milioni di euro in obbligazioni, altri 300mila euro in azioni garantite al 90%).

Siccome ai 14,7 milioni di euro bisogna aggiungere i 6,5 raccolti direttamente dai sostenitori, sembra che la cifra della discordia cresca sempre di più. Sembra più chiaro anche l’identikit dell’intermediario: Rete Manager, società assicurativa specializzata nel “private insurance”, poi fatta confluire nel 2006 in Blue Life Group Ltd, holding con sede a Londra, rappresentata in Italia da Dino Pasta, personaggio già denunciato nel 2010 da una società d’assicurazioni irlandese per cui stipulava i contratti. Nel curriculum di tale broker c ‘è anche il tentativo di salvare Lele Mora dal fallimento. I 9 milioni di euro erano stati destinati per l’acquisto di obbligazioni finanziarie, titoli però mai emessi dalle banche britanniche. I dirigenti di Agire e Vis (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo), dopo essersi resi conti della truffa, hanno denunciato l’accaduto alla Magistratura.

La doverosa denuncia non basta, però, a cancellare le responsabilità di dirigenti che continuano a sovrapporre il profit al non profit. Le obbligazioni finanziarie, gli intermediari (anche “dal curriculum particolare”), non possono appartenere alla mission del terzo settore, che non può ragionare con gli standard della finanza, ma ponendo come esclusiva priorità le esigenze delle popolazioni che hanno bisogno d’aiuto e dei sostenitori sempre pronti ad avere fiducia e a donare con il cuore pensando di fare del bene e non di incentivare il profitto di personaggi poco raccomandabili.

Contro il pressapochismo e la corruzione tocca alle persone fare la differenza, cercando nel marasma del terzo settore ciò che merita il nostro aiuto e ciò che invece lascia perplessi. Uno strumento importante può essere la verifica dell’Istituto Italiano della Donazione (controllate se c’è il logo di tale ente), che ne attesta l’uso corretto e trasparente dei fondi raccolti.

Ciro Troise

tratto da  http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=75732&titolo=Haiti%2C+spariti+9+milioni+di+euro%3A+adesso+basta!&imm=0

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: